Vellutata di pomodoro con pesto di pomodori secchi

La vellutata di pomodoro con pesto di pomodori secchi è liberamente ispirata all’antica ricetta italiana della pappa al pomodoro, caduta ahinoi in disuso nel dopoguerra, in quanto simbolo della povertà e quindi lasciata nel dimenticatoio insieme a tante altre cose che ricordassero esperienze dolorose. In fondo alla pagina troverete la videoricetta di Chef Ramsay che ci illustra la sua vallutata di pomodoro con pesto di pomodori secchi, da cui ho tratto l’abbinamento con il pesto di pomodori secchi per la mia vellutata di pomodori.

La mia ricetta è leggermente diversa ed utilizza, come nell’antica ricetta contadina italiana, la patata. Penso che sia fondamentale tramandare la nostra cultura culinaria, perchè il fatto che la ricetta di vellutata di pomodoro più famosa in Italia sia di un inglese (grande estimatore della cucina italiana, come tutti i grandi chef) è emblematica. Naturalmente non voglio mettermi a paragone con Ramsey, ma voglio solo riproporvi una ricetta classica della cucina italiana, a voi poi la scelta provandole entrambe.

INGREDIENTI PER VELLUTATA DI POMODORI:

  • 2 cipolle rosse di tropeavellutata di pomodoro con pesto di pomodori secchi
  • 2 spicchi d’aglio
  • mezza carota
  • 1 patata di medie dimensioni
  • Olio e.v.
  • 1,5 kg di pomodori maturi, privati dei semi e tagliati a metà
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di aceto balsamico dolce
  • glassa di aceto balsamico q.b.
  • 600 ml di brodo vegetale
  • 4 cucchiai di panna da cucina
  • 50 mg di grana padana
  • Sale, peperoncino, pepe nero, basilico fresco.
  • 8 fettine di pane duro

PER IL PESTO DI POMODORI SECCHI:

  • 2-3 cucchiaini di pinoli
  • 75 gr di pomodori secchi lavati
  • 50 gr di parmigiano grattuggiato
  • Olio di Oliva E.V.

RICETTA VELLUTATA DI POMODORO CON PESTO DI POMODORI SECCHI:

Creiamo il fondo della nostra vellutata di pomodoro tagliando le cipolle, l’aglio e la carota in piccoli pezzi e metteteli in una casseruola con olio e.v.  Tagliate i pomodori da sugo maturi a metà ed eliminate i semi (altrimenti rimane un sapore amarognolo). Buttate i pomodori nell’olio caldo contenente aglio, cipolla e carota, salate, aggiungete il peperoncino e due cucchiai di brodo vegetale e lasciateli rosolare un pochino.

Aggiungete quindi lo zucchero e il cucchiaino di aceto balsamico (usate un aceto a basso grado di acidità). Infornate il tutto a 180° gradi per 25 min in forno preriscaldato.

In una padellina tostiamo senza olio i pinoli, nella stessa padellina tostiamo le fettine di pane.

Iniziamo a preparare il pesto di pomodori secchi mettendo nella ciotola del mixer i pomodori secchi, 2 cucchiai di olio e.v. (o quello dei pomodori secchi se preparati da voi in casa), il parmigiano e i pinoli tostati, pepate e accendete il mixer fermandovi non appena gli ingredienti si siano amalgamati, non esagerate nel tritare perchè il pesto deve avere quella consistenza rustica tipica del pesto preparato con il mortaio (che io non uso per motivi di praticità e velocità).

In un po’ di acqua bollite la patata con tutta la buccia, quando cotta alzatela e tagliatela a piccoli pezzi.

Uscite i pomodori dal forno e aggiungiamo il nostro brodo vegetale rimasto, la patata tagliata a piccoli pezzi e la panna, lasciamo sobollire dolcemente il tutto per 15-20 min.

Passiamo il tutto con il frullatore ad immersione in modo da creare la nostra vellutata di pomodoro, versiamola in piatti adeguati sul cui fondo avremo posto 1 fetta di pane tostato,  con un chucchiaio creiamo delle lingue di pesto di pomodori secchi sulla superficie della nostra vellutata di pomodori, non preoccupatevi se parte andrà sul fondo della vellutata. Decoriamo con basilico fresco e un tocco di glassa di aceto balsamico, serviamo insieme al pane tostato su cui versiamo una goccia di olio a crudo.

Vediamo invece questa magnifica vellutata di pomodoro con pesto di pomodori secchi creata da Chef Ramsay

La videoricetta vellutata di pomodoro con pesto di pomodori secchi di Ramsay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.