Crocchette di baccalà

Le crocchette di baccalà sono un modo sfizioso per cucinare un pesce dell’antico sapore della cucina popolare italiana. Negli ultimi anni vi è stata una contrazione del suo consumo, ma oggi ritorna sulle nostre tavole come piatto nobile molto di moda nei ristoranti stellati. Legenda vuole che in Portogallo (dove il baccalà è un piatto tradizionale) vi siano almeno 365 modi per cucinare il baccalà, scopriamone qui uno. Come sempre in fondo alla pagina troverete i consigli per il benessere con conteggio delle calorie delle nostre crocchette di baccalà e i valori nutrizionali del baccalà.

INGREDIENTI CROCCHETTE:

  • 500 g di patate;crocchette di baccalà
  • 500 g di baccalà ammollato;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • 50 g di provolone dolce;
  • 50 g di parmigiano reggiano
  • 3 uova;
  • 1 manciata di farina;
  • 100 g circa di pangrattato;
  • olio di arachidi per friggere
  • prezzemolo fresco; sale e pepe;

RICETTA crocchette di baccalà:

Lavate le patate e bollitele con tutta la buccia in modo che non perdano amido e fragranza. Quando sono cotte, eliminate la buccia e passatele in uno schiacciapatate e lasciate che il composto si raffreddi.

Mettete il baccalà tagliato a pezzi in una pentola con 2 spicchi d’aglio schiacciati, copritelo di acqua fredda fino a superarlo di 1 dito e accendete il fuoco a media potenza, quando l’acqua avrà iniziato a bollire togliete la pentola dal fuoco e lasciate il baccalà nell’acqua calda di cottura per 15 min.

Alzate il baccalà, spellatelo, spinatelo perfettamente e tagliatelo in cubetti di 1 cm.

In una ciotola, unitevi il passato di patate, il provolone e il parmigiano grattugiati, due tuorli d’uovo, pochissimo sale, il prezzemolo tritato e pepate. Amalgamate bene il tutto, quindi formate le crocchette.

Passatele le crocchette di baccalà prima nella farina poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato. Friggete le crocchette in olio caldo abbondante e alzatele quando saranno dorate. Passatele su un doppio foglio di carta da cucina e servitele calde.

Possiamo accompagnare le nostre crocchette con una vellutata di ceci da servire in una ciotolina in cui immergeremo di volta in volta le nostre crocchette di baccalà.

CONSIGLI PER IL BENESSERE:

Ricordiamo che il baccalà deriva da due tipi di merluzzo, uno dell’oceano atlantico ed uno dell’oceano pacifico; questi, una volta pescati vengono lavati con una salamoia di acqua di mare e ghiaccio, portati al deposito per la salagione e salati con alternanza di uno strato di sale e uno di baccalà, e vengono messi a stagionare. Il baccalà, dopo essere stato ammollato in acqua, perde comunque il sale con cui era stato conservato e risulta essere molto ricco in proteine (21,6%), povero in calorie e povero in grassi, tra i quali si ritrovano in buona percentuale gli acidi grassi polinsaturi omega-3 noti per il loro effetto benefico sul sistema cardiocircolatorio.

baccalà seccoE’ inoltre particolarmente ricco di sali minerali (fosforo, calcio, iodio e ferro) e di vitamine (vitamine A, E, B1, B2, B3, B6 e C). Le caratteristiche nutritive fanno del baccalà un alimento sano da introdurre frequentemente nella nostra dieta variegata. L’elevata quantità di lisina (un aminoacido essenziale) lo rende un pesce molto importante anche per i bambini. Ricordate che il baccalà può contenere entro certi limiti una quantità di solfiti (simili a quelli usati nel vino) che può essere dannosa per le donne in gravidanza (fonte WHO dossier conservanti leggi qui se vuoi approfondire). Le patate forniscono a questo piatto la giusta quantità di carboidrati complessi, presenti principalmente sotto forma di amidi, e fibre: una porzione di patate bollite (senza buccia) ne fornisce circa 3 grammi, che equivale a più del 10% dell’apporto giornaliero raccomandato di fibra. Nelle patate sono presenti vitamine del gruppo B, vitamina C e folati, mentre tra i sali minerali si trova in abbondanza il potassio.

Vediamo quante calorie contengono 2 crocchette di baccalà di medie dimensioni:

crocchette di baccalà

Il totale di oltre 420 Kcal ci permetterà di abbinare le nostre crocchette con una prima portata ipocalorica o un contorno tipo insalata mista o vellutata di ceci (che si sposerà benissimo con le nostre crocchette), il potere calorico è infatti notevole, nonostante le poche calorie del baccalà (solo 95 Kcal in un etto), a causa della frittura e del condimento con formaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.