Salmone gratinato

Il salmone gratinato è un secondo piatto che ben si presta per la nostra cena. Unito a del pane e/o delle verdure può formare un piatto unico completo per il nostro pranzo o cena.

Sempre più spesso troviamo sui nostri banchi del mercato salmone di acquacoltura, in questi casi la qualità dell’acquacoltura condizionerà la caratteristiche sia in termini nutrizionali che di gusto del salmone, se un allevamento con alti standard qualitativi permette di ridurre quasi a zero le differenze con il salmone pescato, un allevamento con pesce stretto in gabbie affollate e nutrito con mangimi di bassa qualità produrrà un salmone di qualità nettamente inferiore a quello pescato. Importante è anche la zona di produzione, in genere diffidate da allevamenti in paesi “strani” perchè il controllo di essi è fondamentale per evitare l’uso di antibiotici e altre sostanze nocive vietate per legge.

Come sempre in fondo alla pagina facciamo alcuni conti sulle calorie e nutrienti contenuti in una porzione di salmone gratinato.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

salsa worcester, immagine tratta da wikipedia premi sull'immagine per scoprirne di più su questa salsa

salsa worcester, immagine tratta da wikipedia premi sull’immagine per scoprirne di più su questa salsa

  • 1 filetto da circa g 800 di salmone
  • 4 scalogni
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • 1 rametto di prezzemolo
  • 1 cucchiaio di salsa di pomodoro
  • qualche goccia di salsa Worcester
  • g 30 di burro
  • sale q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 4 capperi dissalati
  • g 100 pangrattato
  • ml 40 di olio extravergine di oliva.

RICETTA SALMONE GRATINATO:

Pulite il salmone della sua pelle con un coltello affilato, potete procedere formando 4 filettini oppure cuocere il filetto intero e poi sporzionarlo nei piatti direttamente.

 

salmone gratinato2

Mondate gli scalogni, tagliateli a spicchi e fateli rosolare in una padella antiaderente per 3-4 minuti con il burro.

Tritate e poi amalgamate per bene il composto di burro e scalogni con il cucchiaio di salsa di pomodoro, il prezzemolo, l’aglio e i capperi, quasi tutto il pangrattato e l’olio extravergine.

Imburrate leggermente una pirofila che possa contenere il pesce a misura, e ponetevi il salmone, salatelo leggermente.

Versateci il vino bianco e insaporite con qualche goccia di Salsa_Worcester, è una salsa agrodolce che ben si sposa con il sapore dolciastro del salmone, per chi non l’avesse potete usare una spolverata di peperoncino per stemperare il sapore del salmone.

Disponete quindi su tutta la superficie del filetto il preparato formato precedentemente e infine una finissima spolverata di pan grattato, cuocete il pesce in forno preriscaldato a 200° C per circa 15 minuti e poi 5 minuti con funzione gratin.

Decoratelo il salmone gratinato a piacere con prezzemolo fresco o per un sapore in contrasto con della menta fresca, fettine di limone. Servite caldo.

Per un piatto completo potete servirlo nel piatto con alcune fettine di pane lievemente tostate al forno su cui adagierete il nostro salmonte gratinato.

CONSIGLI PER IL BENESSERE:

Scopriamo qui il potere calorico e nutrizionale del salmone gratinato.

SALMONE

Il nostro salmone gratinato a porzione conterrà circa 590 Kcal quindi apporta circa il 30% delle calorie di una dieta giornaliera standard (2000 Kcal).

Per quanto riguarda i macronutrienti abbiamo: carboidrati  21 gr, proteine 29 gr, lipidi 43 gr questi ultimi in parte di origine animale (burro e salmone) e in parte dall’olio e.v.

Con una piccola aggiunta di carboidrati (fettine di pane tostate) questo piatto diviene un piatto unico che potrà soddisfare il nostro pranzo o cena. Nel resto della giornata andranno però preferiti carboidrati, frutta e verdura in modo da compensare l’eccesso lipidico del salmone gratinato.

Salmone

Dal punto di vista nutrizionale il salmone è un ottimo alimento, ricco di proteine, ma anche di grassi i quali però sono in maggior parte insaturi “buoni”e omega 3, vi sono un’ottima quota di vitamine tra cui PP e vitamine del complesso B, sali minerali tra cui potassio, fosforo e selenio. Il sodio è presente, ma a basse concentrazioni.

Il salmone contiene molti grassi omega-tre (2 g/100 g), ma la cottura ad alte temperature come quella del forno ne riduce la quantità, per evitare la riduzione degli omega 3 non si dovrebbe infatti superare i 70 gradi, temperatura comunque necessaria per la cottura del pesce fondamentale per evitare contaminazioni batteriche o parassitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.